Sunday, October 24th, 2021

La recensione di SPL80 di Kurtz Sta Bene il disco d’esordio degli Stanley Rubik

Published on Gennaio 20, 2016 by   ·   No Comments

CD COVER FRONTE 72 DPI-minE’ uscito a fine 2015 “KURTZ STA BENE” (etichetta INRI), il disco d’esordio della band romana STANLEY RUBIK. Il titolo del lavoro è un esplicito riferimento al Colonnello Kurtz di Conrad in Cuore di Tenebra o a quello di Coppola in Apocalypse Now, in cui l’ex berretto verde impazzisce. È attualmente in rotazione radiofonica “Cado”, primo singolo estratto dall’album. Si tratta di una lunga riflessione, un viaggio onirico diviso in 10 canzoni:

“Cado”, “A.”, “Sisma”, “Distacco, “10&10”, “Kurtz sta bene”, “Prognosi”, “Edipo”, “Colla di fibrina”, “Bocca vuota”.

Il titolo del lavoro è un esplicito riferimento al Colonnello Kurtz di Conrad in Cuore di Tenebra o a quello di Coppola in Apocalypse Now, in cui l’ex berretto verde impazzisce. È attualmente in rotazione radiofonica “Cado”, primo singolo estratto dall’album. I testi alludono in maniera onirica alla lotta per l’emancipazione dalle figure-guida per conto di una generazione dubbiosa che, ostacolata e spesso frustrata nel proprio potenziale e nelle proprie aspettative, è costretta a lottare per farsi strada nella giungla. L’atmosfera onirica e sofferta dell’album si percepisce soprattutto dal sound che varia tra l’elettronica (e l’esempio migliore è quello offerto dal primo singolo Cado), il rock e una spruzzata di progressive. Ovviamente ci sono anche brani in cui questi elementi si fondono: in Colla Di Fibrina, ad esempio, strofe elettroniche si amalgamano con un ritornello decisamente d’impronta rock. Mentre tra i brani più sofferti dell’album c’è la title track, pervasa da un’atmosfera claustrofobnica resa ancor più angosciante dalla presenze di un piano che in alcuni passaggi è l’unico accompagnamento alla voce di Dario. Molto interessante anche Edipo che mostra la precarietà del futuro delle giovani generazioni (“sono infinitamente solo… dimmi tu quando io potrò avere dei figli, dimmi quando io potrò avere un lavoro, dimmi tu quando io potrò avere un futuro”).

Con la loro opera prima di certo gli Stanley Rubick non hanno voluto cercare il successo facile e le canzoni usa&getta che tutti possono canticchiare ma si propongono nella scena indie con un album complesso, di non facile ascolto e che necessita di molta pazienza per essere assimilato e compreso, ma sicuramente rappresenta un esperimento interessante di rock ed elettronica.

Giudizio: 6/10

Da scaricare: Cado, Kurtz Sta Bene

(Andrea Dasso)

Tags: , , , , , ,

Readers Comments (0)

You must be logged in to post a comment.

Video Revival

Altre Notizie

Il nuovo album degli Yes protagonista nelle chart europee

Gli YES, la leggendaria progressive rock band formata da Steve Howe, Alan White, Geoff Downes, Jon Davison e Billy ...

Vasco: il singolo “Siamo qui” arriva venerdì 15 ottobre

È in arrivo il nuovo Vasco Rossi con “SIAMO QUI”, il singolo fuori dappertutto e in radio da ...

Enrico Ruggeri direttore artistico della rassegna Impronte: da lunedì 11 ottobre al 23 ottobre a Milano

Da lunedì 11 ottobre al 23 ottobre si terrà a Milano, nella splendida cornice della Basilica di San ...

Yusuf/Cat Stevens: “Teaser and the Firecat” – 50th Anniversary

Dopo gli anniversari (50° della pubblicazione) dello scorso anno dei due album "Tea for the Tillerman" e ...

A novembre il nuovo album di Rod Stewart

Il ritrovato amore per la scrittura di Sir Rod Stewart diventa ancora più forte nel suo 31esimo album ...