Friday, December 15th, 2017

Mark Ashley, il nuovo re della disco fox, si racconta a SPL80

Published on agosto 15, 2015 by   ·   No Comments

mark ashley 3 SPL80 continua con le interviste con le icone della musica anni ’80: questa volta abbiamo scambiato due chiacchiere con un artista che era ancora un ragazzino negli anni ’80, ma crescendo ha saputo raccogliere l’eredità musicale di gruppi come i Modern Talking. Stiamo parlando di Mark Ashley, l’artista tedesco definito il “nuovo re della disco-fox”. Ecco cosa ci siamo detti:

D. Quali sono secondo te le maggiori differenza tra il sound dei Modern Talking e il tuo?
R. I Modern Talking mi hanno ispirato e sono i responsabili per il fatto più importante, ovvero che ho dato una seconda vita al loro sound

D. Parliamo un pò di Heartbreak Boulevard, il tuo album realizzato con i Systems In Blue. Com’è nata la tua collaborazione con gli eredi dei Modern Talking?
R. I SIB hanno trovato la mia voce molto adatta ai loro progetti e mi hanno fatto un’offerta per realizzare un singolo, Give A Little Sweet Love, che aveva il vecchio stile dei Modern Talking: era nata una collaborazione.

D. Tu, quindi, avevi già lavorato in passato con I SIB, quali sono le principali differenze tra le due esperienze?
R. L’album che abbiamo realizzato insieme è un’idea nuova, ma ha un sound molto simile a quello dei Modern Talking

D. Puoi raccontarci qualcosa dello spirito dell’album? E’ un album malinconico come farebbe pensare il titolo opppure no? Anche la cover è particolare…
R. I significati dell’album e delle sue canzoni erano molto positivi per me. Questioni di gusti… Credo che la cover del disco sia adatta ai testi, alle melodie e ai miei sentimenti, dopo tutto Parigi è la città dell’amore e della passione.

mark ashley 5D. Ho notato un tocco di sound latino in quest’album, Operation Love per esempio o Magical Moon. Non è facile trovare questi riferimenti latini  nella disco fox, sei stato influenzato da qualche genere o artista sudamericano in particolare?
R. Volevano creare un CD il più interessante possibile e così abbiamo pensato di aggiungere anche un po’ di suoni del Sud America.

D. In questo CD tu hai dedicato una canzone a Marylin Monroe, perché? Rappresenta per te una sorta d’icona?
R. Mi piace davvero molto Marylin Monroe e sono un suo ammiratore, questo è il motivo per cui ho dedicato una canzone a questa persona fantastica, così per me vivrà per sempre all’interno di quel pezzo.

D. C’è una canzone in Heartbreak Boulevard caratterizzata dal ritmo molto dance e caratterizzata da un happy tune, Gimme Gimme Money, ma affronta un tema difficile: parla di una ragazza che vende sé stessa per soldi, perché hai scelto di parlare di quest’argomento?
R. Ho scelto quella canzone perché ho vissuto nella mia vita privata  le stesse esperienze di cui parla il testo.

D. In questo CD, ho trovato due ottime ballad: King Of Roses e Cinderella’s Heart, dove mostri al massimo la tua splendida voce. Pensi di cambiare stile per un unico album, e di realizzare un Cd più soft di sole ballad come fatto da Thomas Anders, l’ex cantante dei Modern Talking?
R. Penso che le ballad sia bellissime, come dei sogni, per il fatto che in esse posso esprimere tutti i miei sentimenti ma non penso che canterò solo ballad.

D. Puoi dirci quail sono le tue canzone preferite dell’ulitmo e quail senti più personali o legati alla tua vita?
R. Marilyn`s Dream, Gimme Gimme Money e Cinderella`s Heart sono tra le mie preferite e sono quelle più legate a me e alla mia storia.

ashleyD. Come pensi di essere cresciuto artisticamente dall’album precedente a Heartbreak Boluevard?
R. Continuerò con il mio lavoro, cantando canzoni in questo stile, ma realizzare un album come Heartbreak Boulevard era il sogno della mia carriera da artista.

D. Quest’album è stato recensito qui in Italia come la rinascita dei Modern Talking con la tua voce così simile a quella di Anders e la collaborazione dei SIB, che sono stati lo storico coro proprio dei Modern. Alcuni sono arrivati a dire che sarai la nuova voce dei nuovo Modern Talking. Tu hai anche suonato dal vivo con i SIB, possiamo pensare ad una fusione dei due progetti in uno? Sarai tu la nuova prima voce dei SIB in future o, come penso, è stata solo la collaborazione per un album e poi I due progetti andranno avanti per la loro strada?
R. Fare un album come Heartbreak Boulevard e lavorare con i SIB erano i miei sogni e sono riuscito a realizzarli. Purtroppo, però, al momento non posso dire se canterò ancora con i Systems In Blue in futuro.

D. Ho visto su youtube la tua performance con I SIB nel raduno del tuo fansclub, ed è stata davvero una grande performance. Avete mai pensato di fare un tour assime? In Italia 3 diversi artisti, amici nelle loro vite private (Max Gazzè, Marina Rei e Paola Turci, ndr) hanno suonato assieme per un mini tour che è stato un successo. Per me un tuo tour assieme ai SIB potrebbe essere un successo, che ne pensi è possibile? O almeno possiamo asspettarci di vederti presto on stage anche senza I SIB?
R. Non canterò con i SIB in live show, però potrete vedermi presto di nuovo sul palco come solista.

D. Se potessi scegliere un’altra leggenda della discofox dopo i SIB con cui lavorare, chi sceglieresti?
R. In futuro lavorerò con diversi produttori del genere, anche se non so ancora che parte avranno nella release di nuovo progetti. Tolto questo, stiamo pianificando il lancio di nuovi remix.

D. Per te il fatto di avere una voce così simile a quella di Thomas Anders è stata una buona o una cattiva cosa? Queste somiglianze nel mDas-Supertalent-Mark-Ashleyondo musicale a volte sono state un bene altre volte d’impiccio per la carriera degli artisti…
R. Onestamente, per me non ci sono problemi se la gente paragona la mia voce a quella di Anders.

D. Soprattutto in Germania, artisti come te, i Systems In Blue ed i Bad Boys Blue ma anche l’ultimo progetto di Thomas Anders hanno dimsotrato la vivacità dell’eurodisco o discofox, come ti spieghi il grande interesse che c’è ancora nel XXI secolo per questo genere?
R. Semplicemente, perché la discofox è un genere che non morirà mai e sarà sempre amato

D. La domanda più difficile per chiudere l’intervista: dopo diversi album in studio, 2 raccolte e molti singoli, cosa possiamo aspettaci da te in futuro?
R. Io vivo per la “Dance Disco Fox” e mi piacerebbe salvare questo genere musicale, realizzando e suonando dal vivo canzoie in inglese, perché i Modern Talking non esistono più e non realizzano più le stesse canzoni di un tempo.

(Andrea Dasso)

Tags: , , , , , , ,

Readers Comments (0)

You must be logged in to post a comment.

Video Revival

FEATURED VIDEO

Altre Notizie

de sica

Il 24 novembre arriva l’album natalizio di Christian De Sica

Attore, regista, sceneggiatore, doppiatore ma anche CANTANTE: tutto questo è Christian De Sica che pubblicherà il prossimo 24 novembre “Merry Christian” , la ...
zucchero-rai2-586x187

E’ uscita la nuova raccolta di Zucchero

E' uscito venerdì 3 novembre, “WANTED - The best collection” lo speciale cofanetto compostoda 3 CD + 1 ...
Dodi Battaglia_foto 2 b

Dodi Battaglia: il 17 novembre uscirà il DVD dell’ultimo tour

A grande richiesta il 17 novembre uscirà il dvd “E LA STORIA CONTINUA… - IL DVD” registrato ...
Cover Cristina D'Avena - Duets Tutti cantano Cristina

Cristina D’Avena: ecco tutti gli ospiti dell’album di duetti

Cristina D’Avena svela con un video i nomi dei 16 big della musica italiana che hanno duettato con ...
ghost-4

I Ghost ospitano Enrico Ruggeri nel singolo Il Senso Della Vita

“IL SENSO DELLA VITA” è il nuovo singolo estratto dall’omonimo album dei romani Ghost a cui partecipa l'ospite ...