Monday, December 18th, 2017

Sting, i suoi successi in chiave sinfonica con l’album Symphonicities

Published on agosto 2, 2010 by   ·   No Comments

Raggiunta una credibilità e una fama duratura a livello mondiale e con una fanbase così ampia e radicata nella sua carriera ultratrentennale, Sting continua a sviluppare progetti “secondari” che pochi artisti avrebbero il coraggio di lanciare. Dopo il CD con i brani della tradizione inglese uscito lo scorso dicembre, ecco che l’etichetta Deutsche Grammophon pubblica il CD Symphonicities. Il nuovo lavoro discografico vuole essere una celebrazione dell’esperienza del concerto live.


Una selezione dei più grandi brani di Sting – nella sua carriera il cantante ha venduto quasi 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo – vengono re-interpretati in chiave sinfonica con gli strumenti orchestrali di Jorge Calandrelli, David Hartley, Michel Legrand, Rob Mathes, Vince Mendoza, Steven Mercurio, Bill Ross, Robert Sadin, e Nicola Tescari. Symphonicities è prodotto da Rob Mathes e dallo stesso Sting, mentre al mixaggio hanno pensato vari esperti  del calibro di  Elliot Scheiner, Alex Venguer, Ed Cherney e Claudius Mittendorfer. Agli arrangiamenti hanno invece collaborato David Hartley, Rob Mathes e Steven Mercurio. La scelta dei brani comprende sia brani dei Police (ad esempio “Roxanne” e “Next To You”) che della sua fortunata carriera solista come “Englishman in New York”, “She’s Too Good For Me” e “I Hung my Head”.
L’interesse di Sting per la collaborazione orchestrale è iniziato nel 2008, in seguito ad un invito ad esibirsi con la leggendaria Chicago Symphony Orchestra. A seguito dell’invito, il cantante inglese ha rielaborato alcuni brani del suo repertorio per l’occasione e si è poi è esibito insieme all’orchestra in una performance che gli ha lasciato un segno profondo, al punto di voler ritornare “sul luogo del delitto” per questa nuova esperienza.. Pronto ad esplorare nuove possibili collaborazioni sinfoniche, Sting si è dimostrato entusiasta quando la Philadelphia Orchestra gli ha chiesto di unirsi a loro in una performance per la commemorazione del 153esimo anniversario dell’Academy of Music. Il cantante aveva espresso con questi termi8ni la sua soddisfazione per le esperienze sinfoniche negli States: “Esibirmi con la Chicago Symphony Orchestra e con la Philadelphia Orchestra è stato davvero uno dei momenti più importanti della mia carriera”.
Così Sting si è lanciato a testa bassa in questa nuova fatica che ha dato origine a Symphonicity la cui tracklist comprende:
Next To You
Englishman In New York
Every Little Thing She Does Is Magic
I Hung My Head
My Ain True Love
Roxanne
When We Dance
End of the Game
I Burn For You
We Work the Black Seam
She’s Too Good For Me
Ma Sting non si fermato qui: infatti a supportare il nuovo album arriverà anche in Italia un tour che vede Sting impegnato sul palco con la celebre Royal Philharmonic Concert Orchestra A proposito del nuovo tour Sting ha dichiarato: “Sono felicissimo di questa nuova occasione di andare in tour con la Royal Philharmonic Concert Orchestra: sarà come avere una nuova tavoletta di colori musicali con cui lavorare e quindi re-inventare le canzoni che hanno rappresentato i miei concerti dal vivo per oltre trent’anni”. Il tour è iniziato il 2 giugno a Vancouver e vede Sting affiancato dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra diretta da Steven Mercurio (in passato protagonista di concerti con Andrea Bocelli e Luciano Pavarotti). Sting sarà inoltre affiancato da un gruppo di grandi musicisti: Dominic Miller (chitarrista con Sting da molto tempo), Rhani Krija (percussionista con Sting da molto tempo), David Cossin (percussioni), Jo Lawry (vocalist) e Ira Coleman (bassista).
La Royal Philharrmonic Concert Orchestra ha in passato suonato con artisti come Andrea Boccelli, Bryn Terfel, Renée Fleming, Kiri Te Kanawa e Luciano Pavarotti, e con icone pop quali Burt Bacharach, George Benson, Michel Legrand, Diana Krall, Tina Turner e Randy Newman. L’orchestra di 45 elementi accompagnerà Sting durante tutto il Tour nel Nord America e in Europa.
Il Symphonicity Tour ha entusiasmato il Nord America, con sold–out a Denver, a Los Angeles e alla Metropolitan Opera House a New York. Le prime review dagli USA sono state entusiastiche,  il Los Angeles Time s, ad esempio ha scritto: “…. un cast stellare di arrangiatori ha rielaborato le canzoni e si nota come molto tempo sia stato impiegato per far sì che musicisti pop e orchestrali classici potessero fondersi perfettamente per creare un suono genuinamente ibrido”.
Il Tour Europeo inizierà il 3 settembre al Konserthus e arriverà in Italia al Teatro Verdi di Firenze (25 ottobre), al Teatro Arcimboldi a Milano (2 novembre), al Palaolimpico di Torino (3 novembre) e a Santa Cecilia a Roma (10 novembre). La scaletta, creata appositamente per questo tour, comprenderà  pezzi quali “Roxanne”, “Next To You”, “Every Little Thing She Does Is Magic” e “Every Breath You Take”, oltre naturalmente ai brani più famosi della sua carriera da solista, “Englishman in New York”, “Fragile”, “Russians”, “If I Ever Lose My Faith in You”, “Fields of Gold” e “Desert Rose.”
Symphonicity e il realtivo tour sono un’esperienza unica ed imperdibile per ogni amante della musica pop di gran classe e dimostrano una vlta di più la maturità e la completezza raggiunte dall’ex frontman dei Police.

Tags: ,

Readers Comments (0)

You must be logged in to post a comment.

Video Revival

FEATURED VIDEO

Altre Notizie

de sica

Il 24 novembre arriva l’album natalizio di Christian De Sica

Attore, regista, sceneggiatore, doppiatore ma anche CANTANTE: tutto questo è Christian De Sica che pubblicherà il prossimo 24 novembre “Merry Christian” , la ...
zucchero-rai2-586x187

E’ uscita la nuova raccolta di Zucchero

E' uscito venerdì 3 novembre, “WANTED - The best collection” lo speciale cofanetto compostoda 3 CD + 1 ...
Dodi Battaglia_foto 2 b

Dodi Battaglia: il 17 novembre uscirà il DVD dell’ultimo tour

A grande richiesta il 17 novembre uscirà il dvd “E LA STORIA CONTINUA… - IL DVD” registrato ...
Cover Cristina D'Avena - Duets Tutti cantano Cristina

Cristina D’Avena: ecco tutti gli ospiti dell’album di duetti

Cristina D’Avena svela con un video i nomi dei 16 big della musica italiana che hanno duettato con ...
ghost-4

I Ghost ospitano Enrico Ruggeri nel singolo Il Senso Della Vita

“IL SENSO DELLA VITA” è il nuovo singolo estratto dall’omonimo album dei romani Ghost a cui partecipa l'ospite ...